19 giugno

This post is also available in: Inglese

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Dalla corea un’unanime lode alla Trinità

     Una suggestiva Eucaristia ha dato inizio a questa solenne domenica dedicata alla Santissima Trinità. Le sorelle indiane hanno sottolineato in modo molto suggestivo la lode al Padre, al Figlio e allo Spirito, accompagnando con fiori, incenso e fiamma, nella Dossologia, la benedizione per l’intero universo, la congregazione, le partecipanti a questo incontro continentale.

     La lode è sfociata nella memoria del Patto sancito da don Alberione proprio con la Trinità. A sorpresa nelle mani del celebrante, don Giuseppe, è comparso un sassofono, dal quale si sono sprigionate le note della versione musicale del Segreto di riuscita.

     Un ottimo inizio per immergerci nella programmazione della mattinata, dedicata all’approfondimento della ridisegnazione dell’economia.

     Nella sua relazione, sr. Annamaria Gasser ci ha aiutate a entrare «nel mondo delle logiche e delle leggi che hanno regolato l’economia nell’ultimo secolo, e tentare di capire le dinamiche che stanno cambiando anche la visione e l’applicazione di questa scienza». L’appello è quello di modificare alcuni parametri del nostro agire se vogliamo non solo mantenere, ma anche ampliare e dare sviluppo alle nostre attività.

     Le ha fatto eco sr. M. Gabriella Santon, economa generale, che, dando continuità alle riflessioni già avviate in altri contesti, ha evidenziato la necessità dell’equilibrio tra apostolato ed economia, una delle più grandi sfide da affrontare perché «non possiamo dimenticare che l’economia è al servizio dell’apostolato e l’apostolato dà continuità e solidità all’economia».

     Il pomeriggio è stato dedicato al laboratorio su conduzione e redditività, per acquisire un metodo di lavoro in termini di previsione-investimento, valutazione e controllo. La metodologia usata è quella dei “casi studio”, che aprono al dibattito e guidano alla convergenza e alla formulazione di una proposta concreta.